Che "Incontri"!

27 Gennaio 2018

"Cara Badheea,sono molto contento che tu sia venuta dalla Siria in Italia in una maniera sicura. Ora i tuoi nipoti possono giocare liberamente, senza aver paura. Tu non hai avuto una vita sempre felice, ma sei stata molto determinata e coraggiosa e hai fatto di tutto per consentire alla tua famiglia di vivere al meglio. Spero che riuscirete a tornare in Siria ed avere la vita che desiderate. E mi auguro che un giorno io possa venire a trovarvi nel vostro paese, se finirà la guerra. Inshallah!" Questa, di Niccolò Fantacchiotti, della terza C, è una delle riflessioni degli allievi che la scorsa primavera avevano letto "Badheea", la storia dei profughi siriani scritta da Mattia Civico, uno dei promotori dei corridoi umanitari. I messaggi dei ragazzi e la rivista Incontri del Gonzaga, che ne ha pubblicato una scelta, sono stati ora consegnati a Badheea, ospite, con la sua numerosa famiglia, della diocesi di Trento.